CHI SONO




La vita Ŕ un viaggio. Non il primo, non l'ultimo. Veniamo da un luogo sconosciuto e dimenticato, come dote una valigia colma di pensieri e idee, domande e sogni. Procediamo a rilento lungo la via, distratti e confusi dalle cose del mondo. Persone, luoghi, emozioni: un impasto di forme, colori, suoni, movimenti. La vita scorre sul fiume e le rive passano, uguali e diverse, per ognuno il suo approdo.

Prendete la Terra. Sei miliardi di anime e un solo polmone. Madre Terra, la culla infinita, dove tutto nasce e vive e muore, e poi ancora, ancora, attraverso il Tempo che non muore mai. La Terra come l'Uomo, viaggia. Nel vuoto, nel silenzio, nelle stelle. Immensa Madre ai nostri occhi, piccola e fragile creatura di polvere nell'universo senza fine. E noi sopra, come microbi ciechi e ignari. Dissolto il velo di Maya che ci imprigiona, la vita muta aspetto. Come se per un attimo, un attimo solo, riuscissimo a veder l'erba dalla parte delle radici.
Musica e vita, vibrazioni. Dalle corde dello strumento alle profonditÓ dell'anima, le stesse note. Cascate di suoni e ritmi che sublimano l'essere, dando forma all'estasi.

Frammento dell'infinito viaggio, seme di arancio sputato, navigo a vista tra le correnti del fiume. Assaporo le dolci acque ma sogno giÓ l'attimo lieve dell'approdo, cullato da musiche e visioni che nessuno potrÓ mai rubarmi.